Imprenditoria femminile, bando Regione Veneto: via alle domande. Confartigianato: a Vicenza interessa potenzialmente 7.239 imprenditrici

484
imprenditoria femminile

Da oggi è possibile presentare le domande per il bando per l’imprenditoria femminile lanciato dalla Regione Veneto. Confartigianato Imprese Vicenza ne sottolinea l’importanza: nel vicentino la misura interessa potenzialmente ben 7.239 imprenditrici.

“A inizio febbraio – spiega -, dopo 2 anni, è stato pubblicato il bando della Regione Veneto per l’erogazione di contributi in conto capitale alle imprese a prevalente o totale partecipazione femminile. Il bando conta su una dotazione di 2,3 milioni di euro (nel 2021 erano 1,5milioni). 

Nel vicentino la componente di genere nell’artigianato vicentino è di rilievo. La provincia, infatti, conta 7.239 imprenditrici artigiane (sulle 39.376 mila imprese donne artigiane venete) che rappresentano il 23,2% del totale degli imprenditori artigiani della provincia. Un’incidenza superiore sia al dato regionale (22,2%) che nazionale (21,5%). In valori assoluti Vicenza risulta quindi la seconda provincia in Regione per numero di donne con cariche in imprese artigiane (dietro a Padova)”.

Per Confartigianato Imprese Vicenza il bando per l’erogazione di contributi a fondo perduto alle donne imprenditrici e alle imprese a prevalente partecipazione femminile nei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi della Regione Veneto è un ottimo strumento.

“Tra le novità principali del bando – ancora la Confart locale -, rispetto alle edizioni precedenti, c’è l’apertura oltre che alle PMI a anche alle libere professioniste che potranno accedere singolarmente o in forma associata. L’altra novità importante è la modalità di accesso che non prevede più il famigerato, quanto discriminante, Click Day ma una selezione delle imprese mediante una graduatoria a punteggio.

Al bando, in sostanza, possono partecipare imprese individuali, società di persone o società cooperative; società di capitali; consorzi costituiti e professioniste. Naturalmente le imprese e le società devono essere composte e guidate da una maggioranza di donne residenti in veneto da almeno due anni.

Le domande dovranno essere fatte per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato della Programmazione Unitaria (SIU) della Regione del Veneto. La fase di compilazione sarà attiva dalle ore 10.00 di giovedì 16 febbraio alle ore 12.00 di mercoledì 8 marzo. Il bando sarà disponibile nel sito della Regione nell’apposita sezione Bandi-Avvisi-Concorsi. A supporto delle imprenditrici, e imprese, Confartigianato Imprese Vicenza è a disposizione per la raccolta delle manifestazione di interesse”.

Per info clicca qui.