Rigettiamo con forza – è scritto in un comunicato congiunto di Fornaci Rosse – Saltatempo Café – Pro Sport – l’immagine che vuole essere data di Parco delle Fornaci. Basta allarmismi: Parco delle Fornaci è socialità, divertimento, integrazione. Nel prato verde del parco ogni anno si riversano migliaia famiglie di ogni etnia, vicentini e vicentine di ogni età per godersi uno spazio pubblico insostituibile.

I problemi non mancano, certo. Fino a qualche anno fa il parco era lasciato all’incuria per quanto riguarda la manutenzione straordinaria. Qualcosa è migliorato, ma ancora molto ci sarebbe da fare. E, certo, da tempo il parco è diventato anche un ritrovo per gli spacciatori espulsi dal centro storico verso i quartieri popolari come il nostro.

Non vogliamo negare i problemi. Ma rifiutiamo l’immagine di Parco delle Fornaci come luogo di degrado. Questa nomea non fa che allontanare i vicentini dal parco, che invece avrebbe bisogno di essere vissuto e partecipato dalla cittadinanza.

Noi, nel nostro piccolo, siamo in prima linea. Ogni anno le nostre realtà organizzano centinaia di eventi che coinvolgono migliaia di vicentini. La presenza costante del chiosco Saltatempo per tutta l’estate ha reso le Fornaci un luogo da vivere e non solo di passaggio; il festival Fornaci Rosse rende il parco il centro della politica vicentina richiamando persone da tutta la regione; le attività della bowl gestita da Pro Sport rendono il Parco un polo sportivo per tutta la città.

I numeri ci premiano. 1000 persone ogni settimana frequentano il Saltatempo, che ogni estate organizza 60 eventi tra concerti e dj set. Fornaci Rosse ha radunato in 5 edizioni oltre 10mila persone. Ed entrambi sono in costante crescita. Esposizioni d’arte, incontri, dibattiti, live painting, spettacoli teatrali, ma anche tanto sport, amatoriale ed agonistico. Nella Bowl Pro Sport tra pochi giorni organizzerà il 1° Palladium Freestyle Slap, gara internazionale di BMX con atleti provenienti da tutto il mondo. È un dato di fatto: ogni estate il Parco delle Fornaci ha una proposta imponente e varia, che non si può trovare in nessun altro parco a Vicenza.

Si parla tanto delle periferie, del loro abbandono, del loro disagio. Bene, noi in queste contraddizioni ci siamo dentro da anni. Da anni siamo sul fronte per strappare un luogo importantissimo come il Parco delle Fornaci al degrado. Dalla politica e dalla stampa pretendiamo meno allarmismo e più sostegno.

Solo sostenendo chi è ogni giorno in prima linea per la dignità delle periferie si può sconfiggere il degrado. La politica ha deciso di mettere Parco delle Fornaci all’ordine del giorno. Noi invece questo Parco lo mettiamo in ordine ogni anno. Al di là di ogni polemica politica, noi ci siamo e ci saremo.

Un altro parco delle Fornaci esiste già: non si legge sui giornali, non ne parlano i politici, ma è quello che vivono migliaia di vicentini ogni anno.

Aiutateci a tenerlo vivo.