Retribuzione Dg Ulss del Veneto, nuovo esposto Cub a Corte dei Conti e Inps

257
cub veneto maria teresa turetta aggressione Direttori generali Ulss Veneto
Maria Teresa Turetta, referente del CUB PI

“Il 5 febbraio scorso abbiamo nuovamente diffidato la Regione del Veneto e le singole Ulss relativamente al divieto di cumulo dello stipendio e della pensione di quattro direttori generali delle Ulss del Veneto, nello specifico Ulss 2 Marca Trevigiana, Ulss 3 Serenissima, Azienda Ospedale Università di Padova e Ulss 8 Berica. Abbiamo chiesto che si proceda al recupero degli emolumenti liquidati dalla data del loro pensionamento, contestualmente abbiamo inviato un esposto all’Inps e alla Procura della Corte dei Conti”.

A ricordarlo è Maria Teresa Turetta, segretario della Confederazione Unitaria di Base Pubblico impiego del Veneto (Cub PI). La vicenda riguarda la correttezza delle decisioni della Regione rispetto alla posizione dei quattro dg delle Ulss Berica, Marca Trevigiana, Serenissima e dell’Azienda ospedaliera di Padova, che per mesi hanno percepito il compenso per l’incarico di direttore generale anche una volta andati in pensione.

“Lo abbiamo fatto – spiega – perché siamo fermamente convinti che la credibilità di una istituzione pubblica debba essere commisurata al rispetto delle regole amministrative e contabili.

In particolare perché in Regione del Veneto e nelle Ulss si gestiscono ingenti risorse pubbliche che derivano in larga parte dalla tassazione dei magri salari dei lavoratori dipendenti”, conclude la sindacalista del Pubblico Impiego, Maria Teresa Turetta.