Tav Vicenza, Comune e Provincia firmano Protocollo d’Intesa e lanciano una task force di esperti: dentro Zoppello, Schiavo e Di Bella

915
tav vicenza
da sx Di Bella, consigliere delegato Tonello, PossamaI, Nardin, Zoppello e Schiavo

Il Comune di Vicenza si è dotato di una task force di esperti in grado di intervenire subito sulla Tav di Vicenza. L’obbiettivo è “portare a casa la soluzione migliore per i cittadini del territorio vicentino”, informa l’ente in una nota stampa.

La task force sulla Tav Vicenza viene fuori da un provvedimento della Giunta Possamai, tra i primissimi adottati dal nuovo esecutivo che, con delibera, ha approvato il Protocollo d’intesa con la Provincia per la collaborazione e il supporto interistituzionale sul secondo e terzo lotto del progetto dell’Alta velocità, ovvero sull’attraversamento di Vicenza e sulla tratta a est.

Il Protocollo è stato sottoscritto questa mattina a Palazzo Trissino dal sindaco Giacomo Possamai e dal presidente della Provincia, Andrea Nardin, che a sua volta l’ha approvato con proprio decreto.

Le amministrazioni hanno già individuato gli esperti esterni che entreranno a far parte della commissione. Si tratta degli ingegneri Lucio Zoppello e Maurizio Schiavo e dell’architetto Francesco Di Bella. La Provincia sarà rappresentata dal consigliere delegato Valter Orsi.

La Commissione tecnica congiunta o task force è composta dal direttore del servizio Mobilità, trasporti e lavori pubblici del Comune di Vicenza, con funzioni di coordinamento, dal dirigente dell’area tecnica della Provincia di Vicenza e dagli esperti anche esterni alle due amministrazioni.

La Commissione interviene con proposte volte a migliorare i procedimenti ancora sul tavolo, vigila con la necessaria competenza tecnica sul completo recepimento delle osservazioni presentate e individua le modalità per garantire adeguato supporto ai cittadini interessati dagli espropri.

Nello specifico, per quanto riguarda la tratta a ovest (2° lotto funzionale: Attraversamento di Vicenza), la commissione è immediatamente operativa nel supportare le amministrazioni comunale e provinciale nella risoluzione delle criticità individuate nel progetto definitivo.

In relazione alla tratta a est (3° lotto funzionale: Vicenza – Padova), la commissione è chiamata a dare il suo contributo nell’analisi tecnica delle diverse ipotesi progettuali ancora allo studio di Rfi (in trincea/galleria e/o in affiancamento ai binari esistenti) che prevedono, peraltro, interventi di riqualificazione dei quartieri attraversati, nuove strade, piste ciclabili e strutture per lo sport e il tempo libero.

tav vicenza
da sx Di Bella, consigliere delegato Tonello, PossamaI, Nardin, Zoppello e Schiavo

In occasione della firma del Protocollo, e della presentazione dei tre esperti che affiancheranno i tecnici comunali e provinciali nella commissione, il sindaco ha annunciato che ha conferito al consigliere comunale Angelo Tonello la delega all’alta velocità e alle grandi infrastrutture stradali (qui la composizione definitiva del Consiglio comunale di Vicenza).

Dopo gli incontri dei giorni scorsi a Roma e Vicenza con il commissario di governo e i vertici di Rfi – ha commentato Giacomo Possamai ho voluto che il primo atto della giunta fosse l’approvazione di questo Protocollo con la Provincia che rappresenta un ulteriore fondamentale tassello per affrontare al meglio questa priorità.

Con il Protocollo diamo vita a una vera e propria task force che, con l’ausilio di significative competenze portate dagli esperti esterni, ci consente di presentarci in modo forte, competente e compatto ai tavoli in cui si discute di questa partita, fondamentale per il futuro della città e del territorio.

Voglio ringraziare in particolare Lucio Zoppello che ci affiancherà soprattutto nella discussione con Rfi per quanto riguarda l’attraversamento della città nella parte est, un tema ancora tutto da discutere: Con oggi , inoltre, ho deciso di essere affiancato dal consigliere delegato Angelo Tonello che ho scelto per la competenza e l’impegno con cui in questi anni si è occupato di alta velocità e infrastrutture viabilistiche nell’ambito della sua attività politica”.

La Tav – ha aggiunto il presidente della Provincia Andrea Nardin è una grande opportunità per il nostro territorio, per la crescita e lo sviluppo economico. Naturalmente porta con sé disagi temporanei legati ai cantieri, che stiamo vivendo e vivremo per qualche anno ancora. Poter conoscere i tempi dei lavori e essere in contatto costante con chi sta realizzando la nuova linea ferroviaria è fondamentale.

E farlo con una task force di professionisti è altrettanto importante, perché ci permette di intervenire sui nodi critici, tenendo conto delle esigenze dei vicentini, cercando di limitare i disagi durante i lavori ma anche valutando soluzioni al tracciato e agli attraversamenti che siano rispettosi dei territori. La presenza della Provincia di Vicenza nella task force è garanzia di visione sovracomunale che ci permette di rappresentare cabina di regia e punto di riferimento anche per i Comuni e gli enti interessati al tracciato.

A fianco ai tecnici ci sarà per la Provincia il consigliere delegato Valter Orsi che segue già da tempo questo tema e conosce bene il territorio vicentino e le infrastrutture con cui la Tav si interseca, per cui può offrire un punto di vista qualificato per la risoluzione delle criticità”.

Chi sono i componenti della task force Tav Vicenza

Angelo Tonello è ingegnere, ha 31 anni ed è progettista e project manager in un’azienda di macchine industriali. Accanto alla professione ha coltivato un pluriennale impegno politico sul tema delle grandi infrastrutture, collaborando anche con la segreteria del ministero delle Infrastrutture e trasporti, nel periodo retto dalla ministra De Micheli.
Eletto in consiglio comunale nella lista Partito democratico – Possamai, da oggi è delegato dal sindaco all’alta velocità e alle grandi infrastrutture stradali.

Francesco Di Bella, architetto, laureato allo IUAV di Venezia nel 2006, ha lavorato in studi e aziende della città occupandosi di progettazione urbana, design di arredo e interni, allestimenti. Studia e approfondisce le tematiche legate al trasporto, alle ferrovie e alla mobilità. Si occupa del progetto Tav dal 2017 e negli anni ha incontrato enti, associazioni, gruppi politici e diverse realtà associative per sensibilizzare e informare su questo tema.

Maurizio Schiavo, ingegnere civile libero professionista, dottore di ricerca in ingegneria geotecnica. Socio amministratore di una società di ingegneria specializzata in strutture e geotecnica. Progettista di interventi ferroviari in ambito nazionale, sia di manutenzione sia di nuova progettazione. Attualmente vicesindaco del Comune di Torri di Quartesolo.

Lucio Zoppello, ingegnere civile edile, ex assessore al territorio e all’ambiente dopo dopo essere stato anche presidente di circoscrizione e consigliere comunale. Ha seguito il progetto dell’alta velocità studiando e proponendo soluzioni migliorative frutto, anche, di un approfondito percorso di dialogo e ascolto dei cittadini delle zone interessate.