Infanzia e internet in Veneto: Save the Children: “69% tra i 6 e i 17 anni utilizza internet tutti i giorni. 13,4% tra 11 e i 13 anni vittima di cyberbullismo”

319
infanzia internet veneto

Il rapporto tra bambini, adolescenti e internet è sempre più complesso e sfaccettato. Da un lato, la digitalizzazione ha aperto nuove opportunità per l’apprendimento, la socializzazione e la creatività. Dall’altro, espone i più giovani a rischi come la sovraesposizione, l’esclusione, il cyberbullismo e il grooming.

In Veneto, secondo i dati dell’Atlante dell’infanzia a rischio in Italia di Save the Children, il 69% di bambini e adolescenti tra i 6 e i 17 anni utilizza internet tutti i giorni. Si tratta di una percentuale inferiore alla media nazionale, che è del 73%.

L’utilizzo di internet avviene soprattutto attraverso lo smartphone, che è il dispositivo preferito dai giovanissimi per connettersi alla rete. In Italia, il 65,9% dei bambini e adolescenti tra i 6 e i 17 anni utilizza lo smartphone tutti i giorni, in Veneto la percentuale scende al 60%.

Si abbassa sempre di più l’età in cui si possiede o utilizza uno smartphone, con un aumento significativo di bambini tra i 6 e i 10 anni che utilizzano il cellulare tutti i giorni dopo la pandemia. Al Nord la percentuale è passata dall’11,5% al 21,8% tra il biennio 2018-19 e il 2021-22.

Nonostante questo utilizzo diffuso, nella mappa europea sulle competenze digitali dei 16-19enni, l’Italia si posiziona quart’ultima: la quota di giovanissimi con scarse o nessuna competenza è del 42% rispetto a una media europea del 31%.

Il dato medio italiano nasconde ampi divari territoriali, con il Nord più vicino ai valori medi europei (34%) e il Sud che ha oltre la metà dei ragazzi con scarse o nessuna competenza (52%). Se guardiamo ai giovanissimi che hanno acquisito elevate competenze digitali, gli italiani sono poco più di 1 su 4 (il 27%) a fronte del 50% dei coetanei francesi e del 47% degli spagnoli.

Questi dati evidenziano la necessità di un impegno comune per promuovere l’utilizzo sicuro e consapevole di internet da parte dei bambini e degli adolescenti. È importante che le famiglie, le scuole e le istituzioni collaborino per fornire ai giovani le competenze e le conoscenze necessarie per navigare in sicurezza nel mondo digitale.

Infanzia e internet in Veneto: l’insidia del Cyberbullismo

Tra i rischi più frequenti che i bambini e gli adolescenti incontrano online, il cyberbullismo è uno dei più gravi. Secondo l’Atlante Save the Children, in Veneto gli adolescenti vittime di cyberbullismo sono il 13,4%, inferiore alla media nazionale (15%).

Il cyberbullismo è una forma di bullismo che si svolge online, attraverso i social network, le chat e le piattaforme di messaggistica. Le vittime di cyberbullismo possono subire una serie di violenze, come insulti, minacce, diffamazioni, diffusione di foto o video compromettenti.

È importante che i bambini e gli adolescenti siano consapevoli dei rischi del cyberbullismo e che sappiano come difendersi. Le famiglie e le scuole dovrebbero fornire ai giovani le informazioni e le competenze necessarie per prevenire e affrontare questo fenomeno.

In conclusione, il rapporto tra bambini, adolescenti e internet è sempre più complesso e richiede un impegno costante da parte di tutti. È importante promuovere l’utilizzo sicuro e consapevole di internet, fornendo ai giovani le competenze e le conoscenze necessarie per navigare in sicurezza nel mondo digitale.