Si è conclusa ieri VicenzaOro January 2023 e la questura berica traccia un bilancio delle attività svolte per rendere sicura l’esposizione.

Nel corso della cinque giorni vicentina dedicata ai gioielli, le forze dell’ordine che hanno garantito la sicurezza in fiera hanno dovuto compiere diversi interventi per reprimere e prevenire reati: oltre alla presenza di potenziali truffatori (leggi qui) gli agenti hanno dovuto anche fronteggiare un presunto attacco terroristico.

Come spiegano dagli uffici di Viale Mazzini, infatti, nel pomeriggio di lunedì si sono vissuti minuti di apprensione per un ticchettio sospetto proveniente da una valigetta.

Se ne sono accorti gli addetti al guardaroba e dalla loro segnalazione sono scattate le misure antiterrorismo. L’area interessata è stata quindi isolata in attesa dell’arrivo degli artificieri.

Tuttavia, mentre tutto questo accadeva, è arrivato sul luogo un anziano, un 77enne cittadino israeliano regolarmente registrato in fiera, che ha riferito di essere il proprietario della valigetta al cui interno – ha chiarito – era conservata una sveglia vecchio modello, facendo dunque cessare l’allarme.

Sempre nello stesso giorno, a sera, 3 pugliesi hanno ricevuto un foglio di via per 3 anni da Vicenza dopo essere stati sorpresi dalla security interna della fiera in possesso della borsa di una donna francese, intanto rientrata nel proprio paese dopo aver visitato VicenzaOro, e per aver utilizzato una carta di credito a lei appartenente presso un bar della fiera.

Infine, è stato allontanato da Vicenza anche un marocchino 50enne, scoperto in possesso di orologi usati “che, probabilmente – spiega la questura -, il soggetto aveva intenzione di utilizzare per compiere una truffa ai danni di qualche malcapitato”.

Sullo svolgimento in maniera sicura della manifestazione VicenzaOro, il questore Paolo Sartori ha detto: “Le attività di prevenzione e di controllo a garanzia dell’ordine pubblico che sono state effettuate in stretto raccordo con la dirigenza di Ieg e con la collaborazione altamente professionale del Personale del Servizio di Sicurezza della Fiera di Vicenza, hanno consentito che questa importante Manifestazione fieristica internazionale si potesse svolgere in assoluta tranquillità e sicurezza.

I pochissimi ed assolutamente marginali episodi di illegalità – ha aggiunto – sono stati tempestivamente individuati, interrotti e sanzionati, a riscontro del fatto che le misure di controllo e di sicurezza messe in campo si sono dimostrate efficienti ed efficaci”.