Il sindaco di Vicenza Francesco Rucco video intervistato su osservazioni Giunta su Tav/Tac

302

Nel dopo giunta di oggi il sindaco Francesco Rucco, insieme all’assessore competente Mattia Ieradi, ha reso note alcune informazioni sulla determinazione assunta collegialmente per le osservazioni del Comune di Vicenza al progetto Tav/Tac (Alta velocità Alta capacità ferroviaria).

Dopo aver anticipato alle 14.49 la nostra video intervista (in copertina) di seguito pubblichiamo il nostro servizio (qui la nota ufficiale del Comune).

Il Treno ad Alta Velocità/Alta Capacità si avvicina a Vicenza. Un’altra tappa è terminata oggi con la verifica di rispondenza e ottemperanza del progetto definitivo rispetto alla delibera del Cipe n. 64 del 2020 da parte della Giunta e con la formulazione di “motivate proposte di adeguamento o richieste di prescrizioni per il progetto definitivo o di varianti migliorative”.

Sono le ben note “osservazioni” che non solo il Comune ma chiunque può presentare a Rfi e Consorzio Iricav Due, che realizzeranno il 2° lotto funzionale della Linea TAV/TAC Verona-Padova, entro sessanta giorni dalla pubblicazione del progetto definitivo.

L’allegato alla delibera della Giunta contiene ventinove osservazioni, undici delle quali ripropongono modifiche non accolte o accolte parzialmente al progetto preliminare, altre quattordici sono nuove e, infine, le ultime quattro si riferiscono a osservazioni già formulate e relative a opere di progetto esterne alla fascia di vincolo.

Un vincolo non trascurabile per le osservazioni sta nel limite che le proposte non modifichino la localizzazione e le caratteristiche essenziali delle opere e rispettino “i limiti di spesa e le caratteristiche prestazionali e le specifiche funzionali” del progetto preliminare.

Fra le osservazioni che il sindaco Francesco Rucco ha presentato stamattina in occasione di una conferenza stampa che si è tenuta in Sala Stucchi di Palazzo Trissino-Baston, con la partecipazione anche dell’assessore alle infrastrutture Mattia Ierardi, c’è quella che ripropone la corsia riservata al trasporto pubblico in viale S. Lazzaro e la realizzazione ai lati del viale di due aree di sosta pubbliche.

Molto importante è anche la articolata richiesta che investe il cavalcavia di viale degli Scaligeri, la cui demolizione e il successivo rifacimento potrebbero verosimilmente creare una grave criticità nella viabilità dell’area ovest della città.

Due osservazioni riguardano, poi, strutture del quartiere dei Ferrovieri: il Dopolavoro Ferroviario (interruzione della barriera antirumore in prossimità) e Palakiss (di cui si vorrebbe evitare l’abbattimento).

Il Comune chiede anche che tutte le aree espropriate, comprese quelle temporaneamente adibite a cantiere, siano bonificate e cedute, al termine dei lavori, a, Comune stesso per realizzarvi aree verdi e di sosta.

Rfi e Consorzio Iricav Due hanno ora sessanta giorni per esaminare le osservazioni e rispondere. Nel frattempo, su richiesta del Sindaco, i procedimenti di esproprio sono stati bloccati.

Articolo precedenteCicliste afghane al Mondiale di Gravel che scatta da Vicenza: nello sport la libertà negata alle donne dai talebani
Articolo successivoPolizia Locale Vicenza, turno notturno slitta di un mese: stop allo stato di agitazione
Gianni Poggi risiede e lavora a Vicenza. È iscritto all’Ordine dei giornalisti. Le sue principali esperienze giornalistiche sono nel settore radiotelevisivo. È stato il primo redattore della emittente televisiva vicentina TVA Vicenza, con cui ha lavorato per news e speciali ideando e producendo programmi sportivi come le telecronache delle partite nei campionati del Lanerossi Vicenza di Paolo Rossi, i dopo partita ed il talk show «Assist». Come produttore di programmi e giornalista sportivo ha collaborato con televisioni locali (Tva Vicenza, TeleAltoVeneto), radio nazionali (Radio Capital) e locali (Radio Star, Radio Vicenza International, Rca). Ha scritto di sport e di politica per media nazionali e locali ed ha gestito l’ufficio stampa di manifestazioni ed eventi anche internazionali. È stato autore, produttore e conduttore di «Uno contro uno» talk show con i grandi vicentini della cultura, dell’industria, dello spettacolo, delle professioni e dello sport trasmesso da TVA Vicenza. Ha collaborato con la testata on line Vvox per cui curava la rubrica settimanale di sport «Zero tituli». Nel 2014 ha pubblicato «Dante e Renzo» (Cierre Editore), dvd contenente le video interviste esclusive a Dante Caneva e Renzo Ghiotto, due “piccoli maestri” del libro omonimo di Luigi Meneghello. Nel 2017 ha pubblicato per Athesis/Il Giornale di Vicenza il documentario «Vicenza una favola Real» che racconta la storia del Lanerossi Vicenza di Paolo Rossi e G.B. Fabbri, distribuito in 30.000 copie con il quotidiano. Nel 2018 ha pubblicato il libro «Da Nobile Provinciale a Nobile Decaduta» (Ronzani Editore) sul fallimento del Vicenza Calcio e «No Dal Molin – La sfida americana» (Ronzani Editore), libro e documentario sulla storia del Movimento No Dal Molin. Nel 2019 ha pubblicato per Athesis/Il Giornale di Vicenza e Videomedia il documentario «Magico Vicenza, Re di Coppe» sul Vicenza di Pieraldo Dalle Carbonare e Francesco Guidolin che ha vinto nel 1997 la Coppa Italia.