Calderoli incontra Zaia: nella Manovra del Governo Meloni c’è un articolo sui Livelli essenziali delle prestazioni (Lep) nell’ambito dell’Autonomia.

L’articolo in questione stabilisce che i Lep concernenti i diritti civili e sociali e che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale si devono definire entro 12 mesi, terminati i quali dovrà intervenire un commissario.

È su questo che ha posto l’accento il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, oggi, a Palazzo Balbi, a conclusione dell’incontro con il Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Roberto Calderoli.

Una apposita cabina di regia è prevista nell’ambito della legge di stabilità – ha sottolineato, infatti, il ministro -. Nell’arco di un anno dovrà definire i livelli essenziali di prestazione, insieme ai relativi costi e ai fabbisogni standard.

Solo dopo la definizione dei Lep sarà consentito il trasferimento delle funzioni ulteriori alle regioni. Questo modello si chiama dell’autonomia differenziata, proprio perché le competenze sulle varie materie vengono richieste sulla base delle potenzialità e del contesto di ogni singola regione. Sarà necessaria una legge di attuazione e, portando avanti tutto in parallelo, dovremmo poter affrontare e votare le singole intese, stabilite per la fine del 2023 e affidarle al Parlamento”.

 “Questo Governo ha davanti una pagina intonsa di storia da poter scrivere – ha aggiunto Zaia –. Dopo il varo della Costituzione nel 1948, la più grande riforma per questo Paese può essere solo quella in chiave federalista con l’autonomia. 

La disponibilità del Governo è acclarata, spero che in ugual misura sia quella del Parlamento e che anche chi non condivide questa nostra visione abbia la lucidità per accettare di ragionare insieme su un progetto che fa bene a tutti”.

“Il Sud ha poco da lamentarsi, se avessimo la metà dei soldi che hanno ricevuto loro con la Cassa del Mezzogiorno, leggi speciali, quelli del Reddito di Cittadinanza, del Pnrr e fondi europei, avremmo le strade d’oro. Oggi abbiamo sentito parole rassicuranti dal ministro Calderoli: speriamo sia la volta buona, il passo decisivo perché il Veneto ottenga ciò di cui ha diritto e attende da troppi anni, l’autonomia”. Così il consigliere regionale Giuseppe Pan, dell’Intergruppo Lega – Liga Veneta in Consiglio regionale, a margine della conferenza stampa.