Imbrattata il 25 aprile da No Vax sede CCSIVI e PSI: “Atto intimidatorio”. Fantò “Serve politica ragionata senza banditori”. E ricorda Matteotti

6234

“Un attacco squadrista in piena regola”, è la denuncia corale di CCSIVI e Psi (Coalizione Civica, Sinistra Italiana, Europa Verde e Partito Socialista), dopo che le vetrine della sede elettorale sono state ricoperte di scritte deliranti da parte del gruppo NO VAX “V_V” (sta per Viral Vendetta, mentre c’è chi condanna l’antifascismo militante, ndr), un gesto attuato proprio il 25 aprile, Festa della Liberazione, coincidenza che rende ancor più grave e inquietante l’accaduto come si legge nella nota pubblicata alle 13.46.

Dopo la nota abbiamo cercato i rappresentanti di CCSIVI e Psi di Vicenza e, su delega di Nicoali, Asproso, Pilan e Stella, ha parlato con noi, a mente fredda alle 15 circa, Luca Fantò, segretario cittadino del Psi di Vicenza e candidato alle amministrative di maggio (aggiornamento delle 18.04).

Sede CCSIVI e Psi Vicenza imbrattata
Sede CCSIVI e Psi Vicenza imbrattata

Nella sua intervista è in copertina (come tutti i nostri video visibile anche sul nostro canale YouTube e sulla app LaPiù Tv, scaricabile gratuitamente in ambiente iOs e Android) Luca Fantò, pur rilevando la coincidenza della data dell’atto col 25 aprile, si dichiara “non sorpreso, ci era già successo, ma amareggiato. Non per questo ridurremo il noastro impegno anzi lo accentueremo perché proprio atti di sconsiderati come questi, che non collego alla lista ContiAmoci, in cui ci sono anche No Vax, dimostrano quanto sia sempre più necessaria la nostra azione politica, ragionata e non guidata da banditori di turno. Tutto nel segno di Giacomo Matteotti che già oggi abbiamo onorato in Piazza Matteotti con altri partiti di centrosinistra in occasione delle celebrazioni ufficiali del 25 aprile e che, se vincerà la nostra coalizione, vedrà cambiata la sua targa dove accanto il suo nome verrà identificato come “Martire socialista del fascismo”

Questo ed altro, anche in merito alle dichiarazioni di Rucco sull’antifascismo e all’omaggio a Matteo di Elly Schlein, ha detto Fantò per cui, per l’intervista completa, vi rinviamo al video.

*Nota pubblicata alle 13.46.

“Mentre noi ci preparavamo a festeggiare in pubblico la Liberazione dal Nazifascismo, questo gruppuscolo riottoso ha scelto di attaccarci in maniera subdola e con un chiaro intento intimidatorio. Ma sia ben chiaro: non ci incutono alcuna paura. Oggi siamo scesi in Piazza, proprio per commemorare coloro che non hanno avuto timore di immolare la propria vita per la libertà di tutti e che, con la parola e con l’azione, hanno tracciato un solco tra democrazia e tirannide”.
Coalizione Civica Sinistra Verdi e Partito Socialista (Sede CCSIVI e Psi Vicenza) concludono: “Colpire una sede di partito significa attaccare le forme democratiche dello Stato. Il gesto di oggi è un’aggressione diretta a tutti i cittadini e ai valori della civile convivenza. Ciò nonostante, il nostro impegno rimane quello di difendere la Costituzione da ogni tipo di violenza e prevaricazione, sia che essa provenga dai rigurgiti dei neo fascisti, sia che derivi dalle farneticanti imprese di questi complottisti dell’ultima ora.

Ciro Asproso


Qui tutta o quasi la storia in divenire delle elezioni amministrative Vicenza 2023